Alvaro Morata campione di Call of Duty

I 5 consigli dell’attaccante bianconero per avere successo in questo gioco tanto richiesto

Due reti già segnate nel suo percorso appena ricominciato in Serie A. Forse non tutti sanno che Alvaro Morata non è soltanto un cecchino nell’area di rigore. L’attaccante della Juventus è un grande appassionato di video giochi, in particolare del gioco Call of Duty di cui lui è un maestro. Durante il tempo libero si cimenta a giocare attraverso smarthphone e tablet. Magari anche ora dato che è stato infortunato ed è in attesa di tornare dopo la sosta. In vista della stagione 8, che inaugurerà il secondo anniversario del gioco, ha avuto la brillante idea di collaborare con Activision, che ne produce il titolo. Tramite questa collaborazione ha voluto fornire a tutti gli appassionati 5 consigli per avere successo a Call of Duty.

Se ti piacciono le scommesse su https://topscommesse.com/sistemi-scommesse/ trovi i migliori sistemi scommesse online

Morata e Call of Duty Mobile

Alvaro Morata ha raccontato della sua passione per questo gioco, incredulo che Call of Duty Mobile sia già al suo secondo anniversario. Avere il gioco sul cellulare permette di giocare ovunque e quando vuole. Una vera community globale di gioco grande ed appassionata che è nata intorno a COD Mobile negli ultimi due anni. Un vero passatempo per lui, soprattutto durante i lunghi viaggi con la squadra. Oppure quando aspetta la moglie che va a fare shopping, afferma scherzando.

I consigli di Morata per giocare al meglio a Call of Duty

Il gioco non è semplice. O meglio, ci sono di sicuro delle tecniche che Morata conosce benissimo. Per questo ha pensato di ideare 5 consigli per tutti gli appassionati per diventare dei veri maestri a Call of Duty. Per prima cosa: fare attenzione a dove atterri. Decidere dove atterrare, infatti, influenzerà tutto il resto della partita. Consigliati i luoghi periferici, per incontrare meno nemici e raccogliere il bottino con più calma. Anche se i luoghi più popolari permettono di raccogliere bottini più consistenti. Il secondo consiglio: Usare la mappa a tuo vantaggio. Ci sono vari spazi da esplorare per cercare le migliori posizioni e sfruttare appieno la tua arma. Prima di entrare in uno scontro, l’importante e ricordare bene il tipo di arma messa a disposizione e le munizioni. Terzo consiglio: prendere un veicolo. Ebbene, Blackout non è una mappa piccola. Dunque spostarsi a piedi potrebbe risultare svantaggioso per te e per la tua squadra. Inoltre con i veicoli puoi muoverti più velocemente evitanto le aree inaccessibili. Quarto consiglio: rimanere vigile. In questo gioco ci vuole calma e concentrazione e usare tutte le informazioni possibili per identificare dove sono i nemici. Ultimo cosniglio, ma non meno importante: non dimenticare di divertirti.

Blackout, la grande mappa

Blackout è stata la mappa più grande della storia di Call of Duty che inlcude parti di altre mappe multeplayer. Con la stagione 8 è possibile riesplorarla tutta, inizialmente disponibile in Call of Duty Black Ops 4. Un momento di grandi novità per il franchise. Un ritorno nella seconda guerra mondiale e in alcuni dei teatri di guerra più appassionati del periodo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *