Roma, l’uomo chiave è El Shaarawy anche quando siede in panchina

Sta per compiere 29 anni e la sua speranza è di rimanere protagonista con i giallorossi. Tra i preferiti di Mou anche quando non parte titolare. Il regalo per il suo compleanno è stato quello di titolare. A Cagliari Stephan El Shaarawy se lo augura ma Mourinho in Sardegna manderà in campo lo stesso undici che è stato titolare contro il Napoli.

Il Faraone lo spera e non perché è il suo compleanno ma perché per Mourinho è una delle alternative credibili e per questo è stato considerato il primo cambio. Ulteriore motivo è la non brillantezza in questo momento in campo di Mkhitaryan. El Shaarawy è in forma e di norma ha sempre dimostrato di avere una marcia in più.

Non è da considerare il cross contro il Napoli che è finito nelle braccia di Ospina perché meritava una fortuna migliore. Lui ha iniziato come capitano a Bodo ed è stato coinvolto con i giallorossi nel naufragio mentre per Mou non è rientrato nell’elenco degli “epurati” bensì ne è stato riconosciuto l’impegno e per questo ha ottenuto 12 presenze in 12 match tra campionato e Conference League.

Quando si parla di campioni e di squadre ci viene subito alla mente il Campionato e con questo anche le scommesse online con le quali i tifosi si divertono ogni settimana. Se vuoi clicca qui ed entra nel sito per scommettere e giocare online.

Elsha nuovo atteggiamento

L’atteggiamento del giocatore oggi non ha niente a che vedere con il suo passato quando si ritrovava intristito se non giocava regolarmente. E’ cosciente di non partire titolare ma dopo un periodo difficile durante il quale ha dovuto ripartire da zero con la preparazione per inattività oggi si è trovato molto più avanti in posizione.

Questo ha fatto si che Mourinho premiasse il suo rendimento e il suo nuovo atteggiamento. Ora la cosa su cui deve puntare è aumentare il numero di gol perché fino ad ora è solo a quota 3. Ha la possibilità di farlo sia per la stima della squadra e dell’allenatore sia perché viene considerato un punto di riferimento sia in campo che in panchina.

Marketing e beneficenza

El Shaarawy è stimato anche dalla società. In questi giorni è arrivato il fratello procuratore e il giocatore è sempre uno dei più disponibili quando si parla di beneficenza e marketing.

In Italia ma soprattutto all’estero le sue maglie sono le più vendute. Su Instagram ha quasi quattro milioni e mezzo di follower. Ha investito nel digitale perché si considera “un’azienda” e rispetto ai suoi colleghi è molto più avanti. In questo momento la sua priorità deve essere il campo perché la squadra e Mourinho ne hanno bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *