Gp Brasile: Hamilton batte Verstappen e torna in corsa

L’inglese della Mercedes rimonta dal decimo posto. Terzo Bottas, quarto Perez.

Lewis Hamilton, l’inglese della Mercedes, ha completato in Brasile il suo weekend tutto in salita, con una doppia rimonta. Ma avvisa i naviganti che il mondiale di F1 non è affatto finito. Ieri sera, nella Spint Race, da ultimo è passato a 5°, e oggi, da decimo a primo. Niente da fare per Verstappen, piegato al giro 59° con un sorpasso imperioso in curva 4, per il delirio del pubblico locale, che è abituato alle leggendarie gare di Ayrton Senna, che Hamilton non ha mai smesso di evocare, per esempio attraverso i colori del casco, neppure dopo il traguardo, quando si è fermato per farsi passare una bandiera brasiliana, facendo impazzire i tifosi locali anche sul podio. Il distacco tra i due rivali è sceso a 14 punti, a 3 gare dalla fine, rispettivamente Quatar, Arabia, Abu Dhabi. I giochi sono ancora tutti aperti. 

Sei appassionato di sport e scommesse? Visita il sito di Sportaza Scommesse .

Vittoria scontata per Hamilton

Un fine settimana caratterizzato da una Mercedes a tutta velocità. Il divario in rettilineo tra le Frecce Nere e la Red Bull era troppo evidente, hanno disputato una grande gara ma non sono state capaci a staccare Hamilton. Verstappen non è riuscito a fuggire, benché Lewis sia partito dal 10° posto in griglia. Soprattutto nella prima fase, quando ha passato la Mercedes di Valtteri Bottas e avrebbe potuto imprimere il ritmo decisivo. Hamilton aveva progettato però un piano d’attacco perfetto: ha spazzato via tutti i rivali che lo separavano dalle Red Bull, e le sue gomme non hanno avuto cali particolari. Una chiara vittoria per Hamilton.

Sorpassi e Safety Car

Col sorpasso in rettilineo di Sebastian Vettel, al primo giro Hamilton era già sesto. Verstappen ha preso poi il comando su Sergio Perez che ha scavalcato Bottas. Lewis è riuscito a fuggire dalle due Ferrari, quella di Sainz e di Leclerc, che hanno chiuso al quinto e sesto posto. Bottas si è fatto rapidamente da parte: la Safety Car è entrata per rimuovere i detriti dell’AlphaTauri di Tsunoda, dopo che si è scontrata con Lance Stroll. Ripartenza e Virtual Safety Car, per rimuovere i detriti di Schumi. E di nuovo, gara al giro 14°.

Hamilton, Verstappen e Lewis

Hamilton ha dato spettacolo. Ad iniziare dalle Red Bull di Perez e di Verstappen, tra il giro 18 ed il giro 59. Ha passato prima il messicano, subendo il controsorpasso alla 4. Verstappen ha difeso bene il suo posto. Anche al giro 48, quando Hamilton lo ha affiancato e lui lo ha accompagnato fuori, infilandosi all’interno della curva 4. I due sono poi usciti e rientrati in pista, senza alcuna segnalazione di irregolarità da parte della direzione di gara. Lewis non si è perso d’animo: qualche giro per far riprendere le gomme e poi l’attacco decisivo al giro 59. Si è decisa così la gara. Con la Red Bull che ha solo potuto far tornare Perez ai box e togliere a Lewis il punto addizionale del giro veloce. Hanno chiuso in zona punti anche: Gasly (7°), Ocon (8°), Alonso (9°), e Norris (10°).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *